L’accoglienza dei rifugiati: il caso giordano

Di Andrea Stocchiero, FOCSIV, Aurora Ianni e Mattia Giampaolo, CeSPI[1] Il 20 Giugno sarà la giornata dell’ONU dedicata ai rifugiati. Sono persone perseguitate per motivi politici e sociali, perché parte di minoranze oggetto di violenza e sopraffazione. Sono vittime di discriminazioni, risultato di disuguaglianze e di conflitti. Sono persone che in Europa e in Italia vengono accolte con difficoltà a causa di una narrativa che li considera con fastidio, o peggio invasori (proprio loro che Leggi tutto…

Nota dei vescovi dell’Amazzonia brasiliana sulla situazione di persone e foreste ai tempi della pandemia Covid-19

“Le operazioni economiche che danneggiano l’Amazzoniadobbiamo etichettarle con il nome proprio: ingiustizia e crimine”“È necessario indignarsi”.(Papa Francesco – Cara Amazzonia, 14-15) Noi vescovi dell’Amazzonia, affrontando l’avanzata incontrollata di COVID 19 in Brasile, specialmente in Amazzonia, esprimiamo la nostra immensa preoccupazione e chiediamo maggiore attenzione da parte dei governi federale e statali verso questa malattia che si sta diffondendo sempre più in questa regione. I popoli dell’Amazzonia richiedono un’attenzione speciale da parte delle autorità affinché le Leggi tutto…

In ascolto della storia: un primo bilancio (non definitivo) dei commenti allo Smart Report delle Acli sulle Politiche della Salute in Italia

Sono ormai diverse settimane che dibattiamo sul sistema sanitario. Con il dipartimento welfare, di cui ho la responsabilità politica, abbiamo preso le mosse da un report agile; poi abbiamo chiesto a numerosi esperti di offrire la propria opinione sui principali limiti del welfare italiano, in special modo la sanità pubblica. Con nostra sorpresa sono stati molti i contributi ricevuti e ancora altri sono in lavorazione. Possiamo quindi fare una prima sintesi/bilancio, che proponiamo di seguito. Leggi tutto…

Essere comunità

Può sembrare strano (o forse no) ma in questi giorni di isolamento forzato e di distanza di sicurezza prolungata, abbiamo capito, come forse mai prima, quanto siamo inestricabilmente legati gli uni agli altri. Abbiamo scoperto di aver provato le stesse emozioni, di esserci sentiti fragili ed esposti allo stesso modo. È come se avessimo avvertito ciascuno una parte di sé nell’altro. Più di ogni ragionamento filosofico è valsa l’eloquenza delle immagini, dei gesti, degli sguardi Leggi tutto…